4-7 anni/7-10 anni/Libri/Notizie!

Il diritto di essere bambini

Da quando il 20 novembre 1989 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Convenzione sui diritti dell’infanzia, essere bambini rispettati, sani e felici non è più solo un ideale per pochi, ma una legge per tutti. Da festeggiare, conoscere e rispettare insieme oggi e ogni giorno dell’anno!

L’articolo 42 della Convenzione sui diritti dell’infanzia recita che i bambini hanno il diritto di conoscere i propri diritti: e allora quale strumento migliore di un libro pensato apposta per i lettori e le lettrici più giovani?

Tre libri, tre diversi percorsi attraverso parole ed immagini per comprendere gli articoli e i principi di un documento fondamentale, che bambini e ragazzi sotto i 18 anni dovrebbero tenere vicino a sè nelle situazioni difficili, ma anche nella vita di tutti i giorni.

Per chi vuole conoscere il testo della Convenzione…

Tina e i diritti dei bambini, Francesca Quartieri, illustrazioni di Rachele Lo Piano, Sinnos 2006 (ristampa 2007), 15 euro.

Uno degli interessanti titoli della validissima collana Nomos della casa editrice Sinnos, che avvicina i lettori della scuola primaria e i loro genitori ed educatori alla puntuale scoperta dei primi 41 articoli della Convenzione sui diritti dell’infanzia, con una ricca appendice di strumenti didattici e documenti, fra cui il testo integrale approvato dall’ONU.

Ad ogni articolo sono dedicate una o più facciate illustrate del libro: al centro di ogni pagina il testo originale della Convenzione (anche se non in forma integrale), con i termini più complessi spiegati per mezzo di evidenti accorgimenti grafici (un colore diverso che li evidenzia, una nuvoletta in cui ne viene spiegato il significato).

Nel mezzo della pagina una coloratissima illustrazione esplicativa e in calce la “traduzione” del testo in un linguaggio semplificato, capace di fornire ai bambini da 7 anni in su una chiave di lettura della carta dei diritti meno astratta e più vicina alle loro esperienze.

Completano il bel volume compilato da Francesca Quartieri e disegnato da Rachele Lo Piano, anche ideatrice della collana Nomos con Daniela Longo, numerose informazioni ricavate da rapporti di enti per la tutela dell’infanzia nel mondo e spunti bibliografici e di gioco, per riflettere sui diritti e approfondirne la comprensione, bambini e adulti insieme.

Per chi vuole capire i diritti più importanti…

Léon e i diritti dei bambini

Léon e i diritti dei bambini, Annie Groovie, EDT – Giralangolo 2012, 11 euro.

Fresco di stampa per i tipi di Giralangolo, il nuovo albo che vede protagonista il curioso ciclope Léon (visitate il suo sito per saperne di più su di lui…) è dedicato alla scoperta di 23 diritti fondamentali e non scontati, che vanno dal diritto alla vita, al nome, alle cure parentali e sanitarie, all’istruzione e al gioco, che riguardano la vita di tutti i giorni, fino ai diritti che toccano la sfera più delicata della protezione dalla violenza, dagli abusi, dai maltrattamenti e dallo sfruttamento economico.

Pagine dai colori vivacissimi accoppiate con vignette colorate su sfondo nero, in cui buffi personaggi stilizzati, a cominciare dal “fumettoso” ed espressivo Léon, mettono in scena semplici rappresentazioni del tema trattato: i bambini da 7/8 anni in su non potranno che essere catturati dallo stile fresco di Annie Groovie, autrice anche dei simpatici testi del libro. Con un linguaggio colloquiale e rivolgendosi in prima persona ai lettori più giovani, l’autrice li invita a riflettere sul significato dei propri diritti, sui doveri ad essi connessi e fornisce semplici consigli per contribuire attivamente a farli rispettare da tutti!

Per leggere i diritti con i più piccoli…

I bambini nascono per essere felici. I diritti li fanno diventare grandi, testi di Vanna Cercenà, illustrazioni di Gloria Francella, Fatatrac 2012, 9,90 euro.

Un mazzo di carte quadrate (o quasi) racchiuse in un astuccio di cartone: l’inconfondibile formato dei libri-gioco della collana Carte in Tavola delle edizioni Fatatrac si mette al servizio della Convenzione dei diritti dell’infanzia, come prezioso strumento per presentarla ai più piccoli, a partire da 3 anni in su. Venti articoli e diritti fondamentali dell’infanzia sono trascritti dietro ad altrettante carte e all’interno dell’astuccio.

Li traduce per le piccole orecchie degli ascoltatori bambini Vanna Cercenà, che usa parole poetiche e rimate per esprimere sentimenti ed imprimere immagini di solidarietà, rispetto e partecipazione.

Dall’altro lato delle carte ci pensa Gloria Francella a colorare un rigoglioso albero dai molti rami con scene di vita di animali grandi e piccoli, che imparano a vivere insieme in armonia.

Era un bel giorno pieno di sole.
L’aria era gonfia di mille parole
che si intrecciavano come aquiloni
portando in alto speranze e opinioni.
Erano voci di bimbe e bambini
giunte da luoghi lontani e vicini;
in ogni lingua volevano dire:
“Su, ci dovete stare a sentire!”

 
 
Grazie agli amici delle case editrici EDT- Giralangolo, Fatatrac e Sinnos per il loro lavoro e per i testi e le immagini gentilmente fornite.
Tutti i diritti riservati.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...