da 10 anni in su/da 12 anni in su/Libri

“La Divina Commedia” di Paolo Di Paolo e Matteo Berton, La Nuova frontiera junior

storie di paura 2

Nel settecentocinquantesimo anniversario della nascita di Dante Alighieri, arriva una versione in prosa de La Divina Commedia, che conduce i lettori da 10 anni sulle orme del poeta in un viaggio periglioso e straordinario, fra angeli, demoni, luci e ombre.

Illustrazione di Matteo Berton

Illustrazione di Matteo Berton

Nella ricca collana di Classici illustrati della casa editrice La Nuova Frontiera junior, che comprende riscritture di fiabe, miti e poemi (come il bellissimo Orlando furioso e innamorato, di cui vi o parlato qui) non poteva mancare il capolavoro dei capolavori della poesia italiana.

Impresa ardua quella di adattare nel linguaggio e nei contenuti i versi che compongono l’immortale trittico di Inferno, Purgatorio e Paradiso, frutto del genio visionario di un autore del 1300, e al tempo stesso riflesso della sua concezione politica e teologica della realtà dell’epoca.

Prima di addentrarci insieme nella “selva oscura” percorsa da Dante, vi dirò che, come tanti, ho studiato La Divina Commedia alle scuole superiori, l’ho ripresa in mano all’università per una lettura più approfondita e integrale dell’Inferno, e poi da allora non ho più avuto occasione di rileggerla. Non dico quindi che io mi sia approcciata al testo scritto da Paolo Di Paolo e illustrato da Matteo Berton con lo stesso sguardo ignaro di una lettrice giovane, che ne sente parlare quasi per la prima volta, ma di sicuro anche per me si sono rinnovate sensazioni di meraviglia di fronte alle tante invenzioni di cui la Commedia è costellata, che non smettono mai di stupire per la loro audacia.

La Divina Commedia, raccontata da Paolo Di Paolo, illustrata da Matteo Berton, La Nuova frontiera junior 2015, 16€.

La Divina Commedia, raccontata da Paolo Di Paolo, illustrata da Matteo Berton, La Nuova frontiera junior 2015, 16€.

Ci vuole grande temerarietà, in effetti, per immaginarsi, come fa Dante, protagonista di un viaggio nell’oltretomba, che parte dalle profondità più oscure della terra per arrivare alla vetta più alta della visione della divinità.

Coraggio perché si tratta di un tragitto periglioso fra le anime di uomini e donne che, prima di essere beati, appaiono al poeta viaggiatore tormentati o pentiti per aver commesso azioni inique.

Ardimento per un’impresa letteraria maestosa, quella di usare le parole per raccontare un universo indescrivibile.

Paolo Di Paolo e Matteo Berton hanno anch’essi raccolto un’ardua sfida: racchiudere un’opera d’arte senza eguali fra le pagine di un libro per ragazzi, senza diminuirne la ferocia, la forza, il trasporto e l’afflato mistico.

Si comincia con l’Inferno, rappresentato nei lividi toni del blu e del viola, con macchie porpora e crema per stilizzare corpi e vesti di Dante e Virgilio. Qui s’incontrano le creature più temibili (il cane a tre teste Cerbero, il giudice infernale Minosse, Gerione dal corpo di serpente, Lucifero con tre teste), che, al pari dei mostri mitologici, stimoleranno l’immaginazione dei lettori più giovani. Il regno degli inferi è anche il luogo di dannazione degli amanti Paolo e Francesca e di Ulisse, personaggi dell’immaginario popolare probabilmente già noti ai ragazzi.

La narrazione dei gironi infernali procede a ritmo serrato, così come la discesa dei protagonisti verso il centro della Terra. Il tempo usato dal narratore è il presente, che incalza e non lascia il tempo di voltarsi indietro per riconsiderare la strada – e il racconto – già percorsi. Un piccolo appunto: forse una struttura suddivisa in sotto sezioni, invece che un unico lungo capitolo, avrebbe aiutato i ragazzi a figurarsi più chiaramente la geografia geometrica e simbolica dell’Inferno di Dante. Ma le tenebre che celano prodigi e forti emozioni non smettono di affascinare, anche in questa versione necessariamente sintetizzata.

Illustrazione di Matteo Berton

Illustrazione di Matteo Berton

Il Purgatorio e il Paradiso, canti che da sempre incontrano meno del primo il favore dei giovani studenti, riservano molte interessanti scoperte ai lettori di questa Divina Commedia in prosa. I colori delle illustrazioni restano gli stessi, ma in un diverso equilibrio: è avvolta nel blu la montagna sulla quale si inerpicano le anime dei penitenti, mentre nelle immagini che raffigurano l’ascesa verso l’Empireo, fra schiere di angeli e vortici di elementi cosmici, prevale l’avorio. Anche il racconto si fa via via più lirico, cercando di riprodurre lo splendore dell’apparizione della donna amata, Beatrice, agli occhi di Dante, e l’armonia delle sfere celesti.

Lo slancio finale verso la contemplazione di Dio è un’esperienza che per i più giovani potrebbe risultare estranea e lontana dalla loro sensibilità – a prescindere dalle convinzioni o fede religiosa -, tanto è ambiziosa e ideale. Ma nelle parole di Paolo Di Paolo si trasforma in un inno coinvolgente alla vita in tutte le sue forme, natura, animali, esseri umani insieme.

È chiaro che non si può paragonare la lingua de La Divina Commedia originale a quella di nessuna riduzione, così come le illustrazioni, volutamente stilizzate e geometriche, non intendono mostrare luoghi e personaggi, ma suggerirne la natura di apparizioni, attraverso un caleidoscopio di riflessi colorati.

La bella e chiara introduzione di Di Paolo definisce con onestà l’intento, apprezzabile e riuscito, di questo libro:

Questa è solo una porta d’ingresso, il viaggio vero e proprio va fatto attraverso i versi di Dante, la loro complessità, la loro musica, perché la grande poesia ha una musica speciale e misteriosa, un ritmo che non si può riprodurre. […] Vi auguro perciò, molto presto, di fare il vero viaggio, e di vivere lo stupore che ho vissuto io.

Potete leggere qui la presentazione integrale e un’anteprima del volume.

Se volete acquistare on-line il libro La Divina Commedia, potete collegarvi alla Liberia dei Ragazzi o cliccare sulla copertina qui sotto:

La Divina Commedia_La Nuova Frontiera junior

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...