da 12 anni in su/Fumetti/giovani adulti/Libri/narrativa

“Io no!…o forse sì” di David LaRochelle; “Pioggia di primavera” di Paolina Baruchello, Andrea Rivola; “Siate gentili con le mucche” di Beatrice Masini

scommessa 4Un invito per lettori preadolescenti a scoprire tre protagonisti capaci di oltrepassare i propri limiti, fisici, emotivi, preconcetti.

Quest’oggi la scommessa – tema del mese del blog – è tutta contenuta nelle tre storie che vi invito a leggere. Per stile e linguaggio sono assai diverse, lo sono persino i protagonisti (un sedicenne americano, una ragazzina cinese, una scienziata affetta da autismo), eppure raccontano un percorso affine, positivo, che passa per la conoscenza e l’affermazione di sé, per giungere al superamento della propria diversità o presunta inferiorità. Un percorso che, fra mille sfumature di complessità, ogni ragazza o ragazzo affronta crescendo.

Io no! ...o forse sì, di David LaRochelle, traduzione di Antonio Soggia, Biancoenero edizioni 2014, 14€.

Io no! …o forse sì, di David LaRochelle, traduzione di Antonio Soggia, Biancoenero edizioni 2014, 14€.

Steve, il protagonista di Io no! … o forse sì non riesce ad ammettere, prima di tutto a se stesso, di essere omosessuale. Nella cittadina di provincia in cui vive i gay sono invisibili, prima che essere osteggiati, e all’orizzonte pare non esserci nessuno con cui confrontarsi sull’argomento.

Non i genitori di Steve, piuttosto conservatori sulle relazioni del figlio, sebbene il loro menage sia piuttosto non convenzionale (la madre, disordinatissima, scrive bestseller su come crescere adolescenti puliti e ordinati, mentre il padre si occupa della cucina).

Non le Api Operose, il gruppo di pensionati sfegatati di square dance con cui Steve condivide la pista ogni settimana e che insistono affinché il ragazzo porti al ballo della scuola una delle loro nipoti.

Non Rachel, la sua migliore amica, fanatica delle cause progressiste fino all’eccesso, pronta a sbandierare a tutta la scuola l’alleanza fra etero e omosessuali a discapito di qualunque discrezione.

Una lunga serie di fraintendimenti, appuntamenti mal riusciti, tentativi di imparare la mascolinità dai giocatori della squadra scolastica di hockey, conducono Steve verso l’unica felicità possibile: riconoscere i propri desideri e farsi conoscere dagli altri.

David LaRochelle, autore e illustratore statunitense, nel suo primo romanzo per giovani adulti si destreggia con leggerezza e arguzia con il tema delicato della sessualità, costruendo allo stesso tempo una narrazione dagli impeccabili tempi comici. Vincitore in patria del Sid Fleischman Award per la narrativa umoristica, Io no! … o forse sì è stato inserito nella terna dei finalisti del Premio Andersen 2015, nella categoria “miglior libro oltre i 15 anni”.

Lo stile brillante e l’impaginazione secondo i criteri di alta leggibilità che contraddistinguono tutte le pubblicazioni della casa editrice Biancoenero ne fanno una lettura altamente accessibile e felicemente proponibile anche a lettori a partire dai 13 anni.

Pioggia di primavera, di Paolina Baruchello e Andrea Rivola, Sinnos 2015, 10€.

Pioggia di primavera, di Paolina Baruchello e Andrea Rivola, Sinnos 2015, 10€.

Restiamo in tema di premi e di alta leggibilità con il nuovo graphic novel per ragazzi della casa editrice Sinnos, ultimo arrivato nella collana leggimi! Graphic, di cui fa parte anche Cattive Ragazze (ve ne ho parlato qui), vincitore proprio del premio Andersen 2014 per il miglior fumetto.

Chun Yu, una delle protagoniste di Pioggia di primavera, è una ragazzina che sogna un matrimonio da favola o l’arrivo di un principe, che la salvi dalle amarezze della vita.

Dopo aver accudito la madre in fin di vita, Chun Yu è stata sì accolta da uno zio generoso, che in cambio di un piccolo aiuto in negozio le ha offerto ospitalità e affetto, solo per finire però nel mirino della malavita. Wong la tigre, figlio del boss locale, le ha messo gli occhi addosso e pretende di farne sua moglie.

Il riscatto passa attraverso l’incontro con Shu Mei, monaca guerriera in esilio ed esperta di arti marziali. La donna si offre di allenare Chun Yu alla pratica del kung-fu, in modo che la ragazza si possa opporre direttamente e fisicamente al suo pretendente. Autocontrollo, determinazione, ma anche agilità e grazia sono le qualità che la piccola eroina di questa storia fuori dal tempo deve riuscire a trarre da se stessa per vincere la propria battaglia e capovolgere in proprio favore la presunta debolezza femminile.

Pioggia di primavera_1Il riscatto del debole che, grazie alla saggezza e all’allenamento, non soccombe di fronte al forte è un intreccio consueto, comune a molti racconti sportivi e guerreschi letti e visti al cinema. Ma non per questo è meno importante dare a ragazzi e ragazze la possibilità di immaginare che il ribaltamento dei ruoli precostituiti e delle ingiustizie sia possibile, come accade al termine di questa parabola a fumetti.

Azzeccato allora il tono della narrazione di Paolina Baruchello, che ricalca le cadenze della leggenda, con tante didascalie pronunciate da un raccontastorie onnisciente e dialoghi essenziali. I chiaroscuri di Andrea Rivola caratterizzano con nettezza luci e ombre dei personaggi, la fermezza e la forza dei loro atteggiamenti.

Pioggia di primavera_3Terza e ultima scommessa è quella portata avanti da Temple Grandin, illustre scienziata affetta da autismo, di cui Beatrice Masini ci racconta l’eccezionale biografia, che può essere racchiusa in questa affermazione: “Mi chiamo Temple Grandin… non sono come le altre persone… io penso per immagini… sono una persona diversa, non inferiore”.

Siate gentili con le mucche. La storia di Temple Gradin, di Beatrice Masini, illustrazioni di Vittoria Facchini, Editoriale scienza 2015, 12,90€.

Siate gentili con le mucche. La storia di Temple Gradin, di Beatrice Masini, illustrazioni di Vittoria Facchini, Editoriale scienza 2015, 12,90€.

Ammetto di sapere poco dell’autismo e in parte per questo la lettura di Siate gentili con le mucche. La storia di Temple Grandin mi ha emozionata e illuminata di nuova consapevolezza.

Grazie anche ad un ampio corredo di approfondimenti curati da Stefania Ucelli e Francesco Barale di Cascina Rossago, progetto di residenza e lavoro, per adulti autistici, ho potuto capire meglio le caratteristiche di una condizione in cui la disabilità convive con abilità peculiari.

Per il resto, è stata la scrittura onesta ed elegante di Beatrice Masini, accompagnata dalle illustrazioni oniriche di Vittoria Facchini, ad avermi avvinta a un soggetto di per sé piuttosto arduo da affrontare. Al di là delle toccanti vicende personali di Temple Grandin, non avrei mai creduto, infatti, di potermi appassionare così tanto alle ricerche di una donna che ha studiato il comportamento degli animali da allevamento e progetta da decenni dispositivi per migliorarne le condizioni di vita e alleviarne le sofferenze prima dell’inevitabile abbattimento.

Sono gli animali, con la loro sensibilità primitiva, remota e incomunicabile come quella di Temple, eppure bisognosi di gentilezza e rispetto, a fornire la possibilità a questa donna straordinaria di superare i limiti dettati dalla propria condizione e svolgere ricerche importanti per la comunità scientifica.

Per i lettori e le lettrici da 12 anni in su, Siate gentili con le mucche. La storia di Temple Grandin fornisce un esempio di forza, dedizione e capacità di pensare coraggiosamente fuori da tutti gli schemi. Per gli adulti, la Grandin si rivela un personaggio da riscoprire, anche nel libro del neurologo Oliver Sacks Un antropologo su Marte.

Il romanzo di Masini fa parte della preziosa collana Donne nella scienza di Editoriale Scienza, che propone appassionanti ritratti in forma narrativa di studiose illustri e coraggiose, scritte e illustrate da grandi autrici italiane: una bella scommessa editoriale!

Annunci

2 thoughts on ““Io no!…o forse sì” di David LaRochelle; “Pioggia di primavera” di Paolina Baruchello, Andrea Rivola; “Siate gentili con le mucche” di Beatrice Masini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...