4-7 anni/albi illustrati/Libri

Le parole dei bambini

Una giovane casa editrice italo-francese e due autrici italiane per un delicato albo illustrato, dedicato a tutti i bambini e le bambine a cui talvolta mancano le parole.

Illustrazione di Bruna Troise

Illustrazione di Bruna Troise

C’è una bambina con un segreto. E una dottoressa bassetta e cicciottella. Due genitori che litigano sempre e due amici animali che vivono in quel pezzo di cielo che sta sopra l’isola che non c’è. E arrivano sempre quando c’è bisogno di loro, a riannodare i fili delle parole.

C’è una bambina che balbetta ma non vorrebbe farlo sapere a nessuno. E una dottoressa un po’ presuntuosa, che pensa di poter risolvere un delicato problema di linguaggio senza ascoltare davvero quello che la sua piccola paziente ha da dire. Due genitori che discutono perchè condividere le responsabilità della famiglia e del lavoro non è per niente facile, e in più hanno sciocche preoccupazioni da adulti. Come quella che la loro bambina parli senza intoppi soltanto con il cane Saltagiù e la gatta Verdina, i suoi buoni amici immaginari.

Le parole interrotte_copertinaLe parole interrotte, di Patrizia Rinaldi, illustrazioni di Bruna Troise, A. G. Editions 2013, 9,90 euro.

Patrizia Rinaldi, sensibile autrice per adulti e ragazzi (su queste pagine l’avete già incontrata qui), per affrontare un tema delicato come la balbuzie infantile ci accompagna ad una visita medica ed inizia col far parlare “i grandi”, mentre la piccola protagonista li ascolta nascosta fra le pieghe di un cappotto. Le loro parole non si interrompono, ma non hanno tanto senso alle orecchie della bambina, perchè sono difficili, come “logopedista”, o abusate , come “colpa-tua”, “colpa-mia”, “responsabile-tempo pieno” e “anche-io-lavoro-cosa-credi”. E le risposte della piccola si spezzettano.

Ma quando arriva il momento, a casa come durante una fuga al bagno, di dialogare con “le cose belle che non si vedono”,  quelle che gli adulti troppo spesso non comprendono, le parole diventano alleati fondamentali della bambina: creano mondi immaginari e amicizie destinate a durare e che aiutano a superare le difficoltà. Perchè il racconto e il gioco hanno il potere di ricucire le ansie della vita quotidiana: una lezione che i bambini sanno e che i grandio non dovrebbero dimenticare.

Le parole interrotte, racconto già secondo classificato al Premio Internazionale Syria Poletti: sulle ali delle farfalle per albi illustrati inediti, è diventato un libro, sempre accompagnato dalle originali illustrazioni di Bruna Troise, che con colori forti e un segno pastoso reinterpretano il racconto della protagonista.

Mentre lo sguardo bambino coglie la realtà spezzettata in dettagli – il tipo di pastelli sul tavolo, il profumo della dottoressa, i riccioli di un’infermiera, il suono di una risata – le illustrazioni immortalano dettagli sghembi, particolari inconsueti, che sono come le sillabe sciolte di un discorso frammentato, che la fantasia del lettore deve ricostruire.

A pubblicare il libro delle due autrici italiane è una giovanissina casa editrice con sede in Francia, A. G. Editions. Dettaglio curioso, e così per saperne di più ho fatto qualche domanda ad Adriana Cigni, una dei fondatori.

La casa editrice è basata in Francia ma pubblica libri in italiano: scelta “sentimentale” o pratica?

A.C: A.G.Editions è una casa editrice italo-francese, con sede in Francia. Il motivo è semplice: viviamo in questo paese da 13 anni. Siamo cittadini italiani e da qualche mese anche cittadini francesi, in questo modo la duplicità della casa editrice ci corrisponde completamente. Il nostro legame con l’Italia rimane strettissimo, sia per motivi affettivi (la nostra famiglia d’origine), sia per motivi …affettivi ugualmente. Roma resta la mia città, le vacanze le passiamo in Italia, e soprattutto io ho un bisogno struggente di tornarci spesso.

Ho iniziato a lavorare in Francia come traduttrice free che più free lance non si può . Ho tradotto due libri, uno di psicologia infantile sul mutismo selettivo e uno sulle tecniche di rilassamento per bambini, entrambi pubblicati dalle ddizioni La Meridiana nel 2010. Questi libri li ho scelti e tradotti in italiano di mia iniziativa, ma stanca di tradurre ” a vuoto”, di inviare le mie proposte attendendo tempi, anzi ere geologiche, ho deciso di fare tutto io.

E cosi ho creato questa piccola casa editrice.

Pubblicherete sia in italiano che in francese?

A.C: Sì. La traduzione de Le parole interrotte è già pronta deve essere impaginata e spero per ottobre di lanciarla”in Francia. Dal momento che viviamo in una regione dove c’é stato un grande flusso migratorio d’italiani pubblicheremo in edizione limitata anche una versione bilingue italiano e francese.

Quali sono i settori in cui intendete sviluppare le vostre pubblicazioni? Dal vostro sito vedo che avete un grande interesse per la letteratura per l’infanzia ma anche la psicologia dell’età evolutiva, e a farle incontrare. Proseguirete su questo filone?

A.C: Il nostro interesse è rivolto alla letteratura per l’infanzia, ma è necessario  crearsi una nicchia. Di libri per bambini ce ne sono a bizzeffe, per questo  vorremmo anche trovare qualche autore/autrice, che in collaborazione con un/una terapeuta  si occupi si biblioterapia.

Ci interessano le difficoltà e i piccoli e grandi disturbi infantili; siamo impegnati personalmente sul fronte del mutismo selettivo, un disturbo infantile e non, legato all’ansia. Il nostro prossimo progetto sono i “Quaderni”, testimonianze dirette e indirette, di genitori, familiari, terapeuti, insegnanti sul tema del mutismo selettivo: vorremmo che diventi una piccola serie divulgativa, magari numerata, da pubblicare con una certa continuità, per far conoscere questo disturbo, sul quale c’è pochissima letteratura scientifica e non.

Vorremo diventare la voce di coloro che non riescono a farsi sentire. Ci piacerebbe unire alla mera legge del mercato anche la parte solidale, che ci appartiene come filosofia di vita: quindi una percentuale delle vendite dei “Quaderni” li devolveremo all’AIMUSE, Associazione Italiana Mutismo Selettivo. Ci interessa comunque la psicologia infantile e dell’età evolutiva e non solo.

Le parole interrotte si può acquistare sul vostro sito, attraverso Amazon, ma è anche distribuito in libreria?

A.C: Il libro è in vendita per ora in queste librerie:

Libreria di Explora – Il museo dei bambini di Roma, Via Flaminia 82 00100 ROMA
Libreria Rinascita Agosta, Viale Agosta 36, 00171 ROMA;
Libreria L’ora di libertà,Via Gerolamo Cardano 128, 00146 ROMA
Libreria Eleutera, Via G.Leopardi 8, 70100 Turi (BA)

Sollecitiamo chi vuole acquistare il libro a chiederlo alle librerie. Stiamo facendo un lavoro capillare, ci “distribuiamo” da soli: le piccole case sconosciute non sono degnate di attenzione dai grandi distributori. Ma va bene così, instauriamo rapporti più “umani” con le librerie indipendenti!

Il 20 ottobre Le parole interrotte  sarà presentato dall’autrice Patrizia Rinaldi presso EXPLORA – Il museo per bambini di Roma e stiamo organizzando anche altre presentazioni in diverse città.

Buona fortuna da GiGi a una nuova realtà editoriale!

Immagini e testi dell’articolo sono pubblicati per gentile concessione della casa editrce A. G. Editions. Uno speciale ringraziamento a Adriana Cigni per aver risposto alla nostra intervista.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...