4-7 anni/albi illustrati/horror per ragazzi/Libri

I figli di Dracula… ovvero “horror per bambini” – parte 2

I vostri bambini di notte non vogliono mai dormire? A scuola mordono i compagni? Mangerebbero solo pasta col sugo di pomodoro? Allora i piccoli eredi di Dracula di queste pagine saranno i loro compagni di lettura ideali!

Dopo essermi dilettata con libri su streghe e fantasmi, vorrei continuare il mio viaggio fra gli albi illustrati dedicati alle icone dell’horror presentandovi alcune simpatiche famiglie di… vampiri!

Se le streghe posso intimorire ma anche divertire con i loro incantesimi, se i fantasmi posso infestare le case ma anche far festa con i vivi, i vampiri hanno abitudini assai meno amichevoli: si nutrono di sangue, c’è poco da parafrasare. Eppure li ritroviamo ugualmente nelle vesti di beniamini dei bambini: ma come è possibile?

Semplice, occorre solo camuffare l’alterità mostruosa come stravaganza e imparare ad accettare la diversità! Ecco le regole numero quattro e cinque delle storie dell’orrore per bambini; per le prime tre, tornate all’articolo precedente…

Caro Vampi_tascabile copertinaCaro Vampi, di Ross Collins, Editrice il Castoro 2013, 6,90 euro.

Cominciamo con questo sagace albo illustrato a tema vampiresco, appena ripubblicato dalla casa editrice il Castoro in formato tascabile nella collana per primi lettori Anch’io so leggere (qui la scheda della prima edizione in grande formato).

Il piccolo Bram (dall’illustre Stoker…), che vive  lontano dalla Transilvania con tutta la famiglia Piri,  è assai preoccupato per l’arrivo di una nuova famiglia di vicini di casa e lo racconta in una accorata lettera al caro amico Vampi.

I nuovi vicini amano incomprensibilmente le attività all’aria aperta, ai loro party offrono spuntini che non hanno nulla di buono e, per contro, non vedono di buon occhio le spassose attività notturne della famiglia Piri.

Caro Vampi_illustrazione 1

Di episodio in episodio, ognuno di essi accuratamente riportato dalla penna di Bram, convivere nello stesso quartiere diventa sempre più difficile. Fino a che la prospettiva di ritornare in Transilvania resta l’unica alternativa possibile.

Peccato, perchè i Lupetti, quando spunta la luna piena, non sono poi così diversi dai Piri…

L’autore Ross Collins abbina a una scrittura “affilata” le sue “graffianti” illustrazioni, dettagliate, stravaganti e piacevolmente horror, che giocano con ironia sul contrasto fra bianco e nero e colore, segno e disegno. Il racconto in forma epistolare, scritto “a mano” da Bram in stampatello maiuscolo, scorre veloce completato dalle immagini, che restituiscono al lettore il senso paradossale di ogni avvenimento domestico descritto dal particolare punto di vista del vampiretto.

T2 AW 14-15Che lo vogliate condividere attraverso la lettura ad alta voce con bambini e bambine da 5 anni in su, o affidare ai piccoli lettori di 6 anni alla ricerca di libri da leggere in autonomia, con questo albetto, più che brividi, sono assicurati sorrisi a trentadue (o venti, a seconda dell’età…) denti!

E a proposito di denti, cosa pensate che potrebbe succedere e se il topino dei denti scambiasse il canino da latte di un bambino con quello di un piccolo vampiro?

Amici per un dente_copertinaAmici per un dente, di Fulvia Degl’Innocenti, illustrazioni di Mirella Mariani, edizioni Paoline 2013, 11,50 euro.

Francesco ha sei anni ed è molto eccitato: come i suoi coetanei, ha appena perso il suo primo dente da latte. Solo che curiosamente non si tratta di un incisivo, ma di un canino. Poco importa al bambino, ansioso che il topino dei denti lo risarcisca con qualche soldo e pianti nella sua gengiva il seme di un dente nuovo, proprio come racconta la mamma.

Ma quando a Francesco spunta un canino un po’ troppo aguzzo, è l’inizio un’avventura con inaspettati risvolti “da brivido”. Ma farà più paura la visita dal dentista, con il suo trapano-drago che emette un minaccioso ronzio, o l’incontro con il vampiro Vladimiro, a cui è cresciuto un canino spuntato?

Dall’originale spunto iniziale prende il via una tenera storia di amicizia. In questo, il racconto scritto da Fulvia Degl’Innocenti risulta adattissimo anche per i lettori più “fifoni” di 5/6 anni, che, se ancora non se la sentono di farsi realmente spaventare, ameranno incontrare sulla pagina vampiri simpatici e amichevoli come Vladimiro e la sua famiglia, che, a parte una leggera intolleranza al sole,  non sfoggiano altre pericolose abitudini!

Amici per un dente_illustrazione

Il formato della collana Il parco delle storie delle edizioni Paoline è pensato sia per la lettura ad alta voce da parte dei genitori, che per la lettura individuale dei primi lettori: le colorate immagini  a doppia pagina sono sormontate da un breve testo in stampatello maiuscolo, utile appiglio al racconto per i più piccoli, mentre la storia completa scorre sottostante.

Amici per un dente_illustrazione 2Le illustrazioni solari di Mirella Mariani per Amici per un dente ripropongono i colori e l’iconografia vampiresca, smussandone però tutti gli spigoli attraverso un divertente tratto cartoonesco.

E se per finire volete concedervi un’ultima storia per dormire sonni nient’affatto tranquilli… vi propongo un piccolo classico da cercare in biblioteca, perchè non più edito da molti anni:

La figlia di DraculaLa figlia di Dracula, di Mary Hoffman, illustrazioni di Chris Riddell, Mondadori 1992, 10.000 lire (5, 16 euro).

Una tranquilla coppia di coniugi inglesi trova sulla porta di casa una nenonata dai capelli neri abbandonata e decide seduta stante di adottarla. Marito e moglie non sospettano nulla delle sue origini nemmeno quando la piccola Angela comincia a dimostrare uno spassionato amore per il pomodoro e i frutti rossi e una vivace avversione per l’aglio.

Solo anagrammando un biglietto rinvenuto nella sua culla, i due amorevoli genitori realizzano che la loro figlioletta è in realtà la diretta discendente del Conte Dracula!

La festa di compleanno in maschera di Angela, che provvidenzialmente cade proprio la sera di Halloween, quando anche Dracula in persona può presentarsi alla porta di casa indisturbato, è l’occasione per “smascherare” il reale significato dell’essere genitori e la vera natura di una bambina dai denti aguzzi, che grazie all’amore è più umana che vampira!

Piacevole e avvincente, il racconto della veterana Mary Hoffman è abbinato alle deliziose illustrazioni di Chris Riddell: una garanzia in più che i lettori dai 6 anni in su non potranno che amare questo racconto!

Prossimamente… mostri e lupi mannari!

Immagini e testi sono pubblicati per gentile concessione delle case editrici. Tutti i diritti riservati.
Annunci

3 thoughts on “I figli di Dracula… ovvero “horror per bambini” – parte 2

  1. Pingback: “La segretissima mappa dei mostri” di Lucia Giustini e Sandro Natalini, Giralangolo | GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

  2. Sono molto contenta che questi libri “dell’orrore” incontrino il gusto dei piccoli lettori! Concordo anche col giudizio postivo sul formato poco ingombrante ed economico, che può andare incontro alle esigenze di spazio e risparmio di molte famiglie. I consigli sul genere continueranno, ma dopo una piccola pausa dedicata ad altri temi…

  3. Aspettavo la seconda parte 🙂
    Grazie mille, questi consigli sono imperidibili per chi ha in casa dei piccoli amanti del genere .. davvero non avrei saputo orientarmi.
    Credo che tra questi il primo faccia proprio a caso nostro, poi questi albi ristampati in piccolo formato economy mi convincono sempre più.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...