7-10 anni/da 10 anni in su/Libri/osservazioni scientifiche

Verdura, frutti ed esperimenti per tutti!

Perchè parlare di scienza con i bambini? Perchè abbiamo ancora bisogno di libri di divulgazione nell’era di internet? A questa e altre domande rispondono una casa editrice che compie vent’anni e un gruppo di giovani autori capaci di farci toccare la scienza con mano.

In occasione della seconda giornata della Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna ho avuto l’occasione di partecipare come attenta spettatrice alla “festa” di compleanno di Editoriale Scienza, importantissima realtà del panorama editoriale per ragazzi, alla quale sono particolarmente affezionata. Mia madre infatti è professoressa di matematica e scienze alle medie: attraverso i suoi racconti ho condiviso gioie e dolori dell’insegnamento di due materie che, almeno a scuola, stentano a strappare l’entusiasmo dei più giovani…

Un nutrito e prestigioso parterre di scienziati, scrittori e illustratori (fra gli altri, l’astrofisica Margherita Hack, intervistata da Federico Taddia, l’astronauta Umberto Guidoni con Andrea Valente, Nicola DaviesDelphine Grinberg, Luca Novelli), si sono avvicendati nel condividere con il pubblico il loro modo di fare divulgazione scientifica. Fra scintille e girandole, lombrichi e gorilla, odissee nello spazio e antichi teoremi, le parole ricorrenti sono state curiosità, immaginazione, racconto… così lontane dall’idea di rigore – e noia – che una certa idea stereotipata della scienza porta con sè.

Ma dove possiamo ritrovare uniti fantasia e osservazione minuziosa? Capacità di vedere il mondo con occhi sempre nuovi e dati comprovati?

Non nella sterili formule e nozioni reperibili in rete. Di certo in libri sapientemente documentati e brillantemente scritti e illustrati per raccontare le scoperte scientifiche come una meravigliosa avventura, per guidare bambini e ragazzi – acuti osservatori per natura – nel loro farsi scienziati nella vita di tutti i giorni, per permettere di ricordare princìpi e teoremi attraverso il potere della narrazione.

Fra gli ultimi autori (solo in ordine di tempo) ad augurare buon compleanno ad Editoriale Scienza, c’è un gruppo di ricercatori, attivi da anni nella ideazione e realizzazione di percorsi ludo-didattici in chiave scientifica. A loro dobbiamo un libro che è un’iniezione di vitamine e, speriamo, di buon auspicio per la riscossa della natura in questo freddo inizio di primavera!

Esperimenti con frutta verdura e altre delizieEsperimenti con frutta, verdura e altre delizie, di Claudia Bianchi, Annalisa Bugini, Lorenzo Monaco, Matteo Pompili, illustrazioni di Federico Mariani, Editoriale Scienza 2012, 14,90 euro.

Dove sarà mai un laboratorio a portata di mano, adatto a tutte le tasche, dove compiere 21 esperimenti stravaganti che vanno dalla matematica alla chimica, passando per la fisica?

Ma naturalmente… nella nostra cucina! Dalla A di arachide alla Z di zucca, passando per la H di… cavolo (“Ma il cavolo andrebbe alla lettera C, non alla H!” “Appunto, non c’entra… un cavolo!”), tutto quello che avreste sempre voluto sapere e che non avreste mai osato fare con frutta, verdura, erbe aromatiche, spezie e infusi. Frutta secca combustibile, tuberi sotto pressione, zuccheri in fermento, agrumi elettrici, fagioli espolsivi: se certi esperimenti non li avessi visti scoppia… accadere sotto i miei occhi, non ci avrei mai creduto!

Grazie alla sapiente guida degli autori, e alle spassose e accurate illustrazioni di Federico Mariani, i lettori da 7 a 99,5 anni potranno:

– apprendere le principali informazioni su 21 alimenti di uso comune, in agili schede introduttive;

– scoprire altrettanti princìpi, teorie e scienziati che hanno rivoluzionato ora la biologia, ora la medicina, ora la matematica e, perchè no, anche la musica. E se per abbinare un frutto alla legge di gravità non serve troppa fantasia, sfido l’immaginazione di chiunque a pensare a come si comporterebbe un fagiolo nello spazio…

Esperimenti con frutta verdura_pag 122-123

Uva + lievito = esplosivo?
Illustrazione di Federico Mariani, copyright Editoriale Scienza 2012

– compiere divertentissimi esperimenti, di fronte ai quali genitori e insegnanti rimarranno a bocca aperta – ma occhio che poi non si mangino i vostri strumenti di lavoro;

– assimilare curiosità storiche e geografiche, usi e costumi e leggende con cui stupire i commensali, a colazione, a merenda e a cena.

Esperimenti con frutta verdura e altre delizie_gli autori

Un fedele ritratto degli autori…
Illustrazione di Federico Mariani, copyright Editoriale Scienza 2012.

Una matematica dai piedi e dalle scarpe lunghe (come Pippi?); una fisica maniaca dello shopping; uno scienziato ambientale amante delle api; un biotecnologo sempre in movimento. Questi sono gli scienziati, o meglio, i “tecnoscienziati” (da Tecnoscienza, l’associazione con sede a Bologna che li unisce tutti), che hanno progettato e scritto questo divertentissimo dizionario/ricettario/laboratorio.

Per conoscere meglio Annalisa Bugini, Claudia Bianchi, Lorenzo Monaco e Matteo Pompili, non perdetevi l’intervista seguente!

Se tu fossi un frutto o un ortaggio del libro (o relativo esperimento), quale saresti e perché?

Annalisa – Il caffè. Non posso vivere senza. E serve una vera e propria macchina a vapore per farlo!

Una macchina a vapore nascosta in una caffettiera? Leggete per credere!Illustrazione di Federico Mariani

Una macchina a vapore nascosta in una caffettiera? Cliccate per credere!
Illustrazione di Federico Mariani, copyright Editoriale Scienza 2012.

Claudia – Sicuramente una mela. Se la spacchi a metà dentro ci trovi strane regole geometriche.

Lorenzo – La patata. Lasciata al sole, diventa verde e cattiva. Lo stesso accade a me su una spiaggia d’estate.

Matteo – L’esperimento dell’erba cipollina. Per la meraviglia che ogni volta suscita il profumo del soffritto!

 Scienziati si nasce o si diventa? E come?

Annalisa – A me è capitato perché da piccola adoravo la fanta SCIENZA e pensavo di avere un futuro nella Flotta Astrale o nella scuola per Cavalieri Jedi. Poi ho ripiegato su Fisica.

Claudia – Si nasce curiosi. Quindi si nasce scienziati. Per rimanerlo, bisogna continuare a rimanere curiosi.

Lorenzo – In Giappone c’è un luogo, una scogliera, che bisogna vedere a testa in giù per poterla apprezzare. Un buon punto di partenza è quello di riuscire a guardare ogni cosa da un punto di vista impensabile.

Matteo – Non saprei bene. Io mi sono affidato al flusso delle mie passioni del momento senza avere la parola “scienza” in testa. Ma è lì che sono approdato.

Un libro di scienze che si legge come un romanzo (per avvicinare anche i lettori non-scienziati come me…)?

Annalisa – Una biografia di Leonardo da Vinci. Bisogna sempre puntare in alto.

Claudia – Essendo una matematica mi affiderei a Zio Petros e la congettura di Goldbach.

Lorenzo – Il dilemma dell’onnivoro, un libro che racconta ciò che si nasconde dietro al piatto e che fa capire quanto potere abbiamo quando scegliamo cosa mangiare. Ne è uscita anche la versione per ragazzi.

Matteo – Alice nel paese delle meraviglie: c’è così tanta matematica che non si vede.

 Il libro “feticcio” della tua infanzia, ovvero quello che non mollavi mai?

Annalisa – Il primo Manuale della Giovani Marmotte. Lo portavo con me anche a letto (e le macchie fucsia di sciroppo per la tosse sulle sue pagine sono ancora lì a testimoniarlo..)

Claudia – Una raccolta di fiabe di cui, purtroppo, si sono perse le tracce nella casa dei miei genitori. E anche una versione pop-up di Cenerentola, di cui andavo fierissima.

Lorenzo – La Storia Infinita: l’ho riletto cinque volte. Una galoppata nella fantasia.

Matteo – In realtà durante la mia infanzia non amavo leggere. Anche per questo mi piace progettare libri che diventano giochi, individuali e di gruppo.

Buoni esperimenti a tutti!

Grazie infinite ad Claudia Bianchi, Annalisa Bugini, Lorenzo Monaco e Matteo Pompili per la loro disponibilità e per essere abili scienziati, capaci allo stesso tempo di divertire e stupire grandi e bambini.
Grazie e cento di questi giorni a Editoriale Scienza, che ha gentilmente concesso l’utilizzo di testi e immagini. Tutti i diritti riservati.
Annunci

3 thoughts on “Verdura, frutti ed esperimenti per tutti!

  1. Pingback: “Le scoperte di Bebo e Bice”, di Tecnoscienza.it, Editoriale Scienza | GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

  2. Pingback: Come diventare supereroi in 3 mosse | GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

  3. Pingback: Scienza da paura! | GiGi Il Giornale dei Giovani Mostri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...