da 10 anni in su/da 12 anni in su/Libri/narrativa

A.A.A. cercasi schiappa disperatamente

Avete già terminato di leggere l’ultimo Diario di una Schiappa e ora non sapete più cosa sfogliare fino all’uscita del prossimo volume? Non disperatevi e ingannate l’attesa con le disavventure di altre schiappe D.O.C.*!

*Divertimento e Originalità in-Controllate

All’incirca due settimane fa, scambiando commenti  con una collega all’interno del gruppo facebook Libri e Marmellata (anche aggiornatissimo blog!), mi ripromisi di dedicare una serie di consigli di lettura al fenomeno delle “schiappe”: antieroi dalla vita difficile, portatori sani di fannulloneria, goffaggine e ironia compulsiva. La storia della letteratura per ragazzi ne è piena, ma in tempi recenti le schiappe  hanno trovato il loro leader in Greg Heffley, che -per mano del suo autore Jeff Kinney- ha spalancato ai lettori le pagine del suo diario privato, rivelando che si può essere protagonisti anche quando si è pasticcioni e impopolari, e arrivare in vetta a tutte le classifiche di vendita e di lettura!

Le classifiche dei libri più venduti secondo La Stampa e La Repubblica. Fonte Il Castoro editore.

Le classifiche dei libri più venduti a gennaio 2013 secondo La Stampa e La Repubblica.          Fonte: Il Castoro editore.

Ma Greg è tutt’altro che solo, ed è facile trovarlo in buona compagnia sugli scaffali di biblioteche e librerie, come ci suggerisce questo articolo de Il Giornalino on line. Ed ecco che anche fra le letture di GiGi spuntano tre romanzi per lettori da 10 anni in su (capostipiti di altrettante serie), che hanno in comune lo stile estremamente brillante, la narrazione in prima persona, il susseguirsi di disavventure realistiche ma al tempo stesso paradossali e la simpatia dei protagonisti!

La mia vita è un romanzo

di Janet Tashjian, illustrazioni di Jake Tashjian, La Nuova frontiera junior 2011, 15 euro.

La mia vita è un romanzoSegni particolari del protagonista: Derek Fallon è appassionato di disegno ma odia leggere;  combinaguai professionista, ficca costantemente il naso dove non si dovrebbe (nei segreti di famiglia, nel lavoro dei suoi genitori); non sopporta l’idea di trascorre le vacanze al campo estivo senza il suo migliore amico!

Carateristiche del libro: racconto in prima persona, con disegni “fatti a mano” a margine di ogni pagina. Le singole vignette formano un vero e proprio dizionario di parole chiave a fumetti e uno storyboard dell’intera storia!

Quando leggerlo: se avete fra i 10 e i 12 anni, durante l’estate, immaginando di condividere atmosfere ed esperienze dei protagonisti.

Tutto comincia (male) con gli immancabili compiti delle vacanze: Derek non ne vuole proprio sapere di sprecare l’estate leggendo tre romanzi consigliati dalla sua insegnante (ricordate il “successo” del club di lettura in Diario di una schiappa – Vita da cani?). L’unico incarico che accetta di fare è disegnare il significato delle parole che non conosce, sfruttando la proprio abilità con le matite: non per niente è figlio di un disegnatore professionista!

Di schizzo in schizzo, Derek trascorre i pomeriggi in compagnia del suo cane e degli animali che popolano l’ambulatorio della madre veterinaria, fra gli scaffali della videoteca locale insieme al suo amico Matt e a zonzo per le strade del suo quartiere alle porte di Los Angeles, fino al fatidico inizio del campo scuola estivo… ma la scoperta che trasformerà la vita di Derek in un “romanzo” è nascosta in un vecchio articolo di giornale, grazie al quale il lettore riluttante scoprirà il potere che può avere una bella storia da raccontare!

Dal linguaggio fresco e spiritoso alla suddivisione in episodi (ma aspettatevi svolte originalissime nella trama), fino alla commistione di testo e disegno, gli elementi per piacere ai fan della schiappa -ma anche a tutti i lettori da 10 anni in su in cerca di letture divertenti e avvincenti- ci sono tutti!

Speriamo che La Nuova frontiera junior pubblichi anche le prossime avventure di Derek (già stampata in USA la seconda, la terza uscirà il 30 aprile di quest’anno), di cui potete trovare notizie e anticipazioni in lingua originale sul sito dell’autrice Janet Tashjian e di suo figlio Jake!

Non chiamatemi Ismaele

di Michael Gerard Bauer, Mondadori 2008, 12 euro.

Non chiamatemi IsmaeleSegni particolari del protagonista: Ismaele Lesogne (in originale Ishmael Leseur) è un quattordicenne che dichiara di essere afflitto dalla inguaribile sindrome che porta il suo nome e che si manifesta con cronica goffaggine, inadeguatezza persistente e tendenza a trascinare anche gli altri nel baratro con sè…

Caratteristiche del libro: romanzo in prima persona, che racconta un anno di scuola del protagonista (la nona classe del sistema scolastico australiano, corrispondente alla nostra prima superiore)

Quando leggerlo: se avete più di 12 anni, durante i mesi di scuola per tirarvi un po’ su… perchè c’è chi ha più guai di voi!

 

Ismaele è un adolescente che prende suo malgrado il nome dal celeberrimo narratore di Moby Dick di Herman Melville, e lo stesso titolo del libro è una ironica storpiatura dell’incipit del romanzo. Per il resto niente oceano, navi e balene bianche in questa storia, ma solo la tranquilla periferia australiana, le aule scolastiche di un istituto maschile e gli immancabili bulli. Ma non aspettatevi un dramma: nonostante Ismaele sia un perdente nato, dal tono sconsolato ma sempre contrappuntato da vivaci commenti comici, tra le righe del racconto nascono nuove amicize, si stringono alleanze, si combattono ingiustizie e le insicurezze vengono sconfitte. Quasi tutte…

Circondato da comprimari tutti molto ben tratteggiati (l’enigmatico James Scobie con la passione per le gare di dibattito,  l’istrionico Orazio Zorzotto osessionato dalle “pupe”, il temibile Barry Bagsley con i suoi crudeli giochi di parole, la deliziosa professoressa Tarango dai brillanti metodi di insegnamento) Ismaele è un ragazzo normale con il quale i lettori non possono che entrare in immediata sintonia!

Le peripezie quotidiane di Ismaele continuano anche in L’amore secondo Ismaele, sempre pubblicato dalla divisione ragazzi di Mondadori, in attesa della traduzione del terzo romanzo, che mi auguro che l’editore italiano non manchi di mettere in cantiere. Per saperne di più, visitate il blog di Michael Gerard Bauer, dal quale ho tratto questa galleria di copertine, tutte molto più accattivanti – e fedeli allo spirito e allo stile del libro- di quella italiana!

Pensieri di Manon D. su me stessa e su alcuni altri argomenti

di Sophie Dieuaide, Lapis edizioni 2012, 14,50 euro.

Pensieri di Manon D su me stessa e su alcuni altri argomentiSegni particolari della protagonista: Manon Dussautier, spigliata e non poco irriverente, è una adolescente alle prese con una madre separata e giù di corda, una seconda famiglia indesiderata, la passione per il disegno, la fotografia, la psicologia, i ragazzi e… i nani da giardino.

Caratteristiche del libro: diario segreto (ma Manon preferisce paragonarlo al taccuino di appunti del filosofo Blaise Pascal), condito di note a margine, post-it, vignette, foto e fororomanzi.

Quando leggerlo: in giardino spaparanzati su una sdraio, e se siete una ragazza, quando siete giù per un litigio con vostra madre o con il vostro ragazzo!

Un esilarante collage di situazioni di tutti i giorni (la difficile convivenza con una madre single sempre alla ricerca di un kleenex, e un tantino impicciona; le vacanze in Normandia con padre, matrigna e odiosa sorellastra; i sogni a occhi aperti sulla carriera e l’amore), raccontato dalla viva voce della protagonista, che non ci risparmia tutti i commenti sarcastici, le emozioni contraddittorie, le invenzioni pindariche, i clamorosi fallimenti e le esagerazioni che rendono la vita di ogni adolescente degna di essere vissuta!

Pensieri di Manon D. su me stessa e su alcuni altri argomenti

Pensieri di Manon D. su me stessa e su alcuni altri argomenti_fumetto

Il libro è un divertimento per lo spirito e per gli occhi, colorato com’è da pagine quadrettate di appunti scritti a penna, fumetti, ritratti, caricature e arricchito da un originale “fotoromanzo” che riscriverà i canoni del genere rosa per ragazze!

Il fotoromanzo di Justin e Pamela

Il fotoromanzo di Justin e Pamela

Anche nel caso del diario di Manon, attendiamo con curiosità la traduzione per i tipi delle edizioni Lapis del suo seguito, La vie rêvée ou presque de Manon D., scritto e disegnato dalla sempre ironica Sophie Dieuaide.

Cari lettori, condividete pure l’articolo e i suoi contenuti, ma ricordate che per testi e immagini dei libri tutti i diritti sono riservati!
Annunci

2 thoughts on “A.A.A. cercasi schiappa disperatamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...