4-7 anni/7-10 anni/albi illustrati/Libri

Di giornate magiche trascorse in città

Due città magiche: Londra e Parigi. Due bambine in ambasce, l’una per un cappello da aggiustare, l’altra per un tutù da ritrovare, entrambe alla ricerca dell’artista che potrà rimediare al danno. Due illustratrici (più un’autrice) al servizio di una coppia di meravigliosi albi illustrati, pronti ad ispirare magiche giornate nelle capitali dell’arte!

Fra pochi giorni partirò per Parigi , con grande gioia per l’atmosfera natalizia che mi attende e grandi aspettative per il salone del libro che si terrà a Montreuil. L’occasione mi ha ispirato una ricerca assai fruttuosa fra gli albi illustrati che hanno per sfondo la capitale francese (ne sentirete ancora parlare…).

– E tradisci così la tua beneamata Londra? – potrebbe obiettare qualche lettore più anglofilo che francofilo.

Nient’affatto: la mia ricerca su Londra nei libri per ragazzi non si è esaurita, ed è proprio di questi giorni una deliziosa nuova scoperta illustrata “very british”. E quindi, se fra picture books e albums illustrés,  francesi e britannici mettessero per una volta da parte le rivalità e si incontrassero idealmente su queste pagine? E dirò di più: se invece che evocare soltanto scenari suggestivi, gli albi potessero fare da vera e propria guida illustrata per i giovani lettori, alla scoperta di un pezzetto di due incantevoli città?

Allora oggi partiamo insieme per questo doppio viaggio sulla carta stampata… e ci rileggiamo al mio ritorno!

Una giornata magica a Londra

Clara Button è una bimbetta raffinata e solitaria, aspirante sartina, che se ne sta tutta sola a giocare con i suoi beneamati bottoni (quando si dice il destino nel nome…), quando quella peste di suo fratello Ollie arriva a mandare tutto per aria! E non contento, finisce per strappare anche il delicato cappello di paglia appartenuto alla nonna modista Elsie e prediletto da Clara… come rimediare al disastro?

Trovando una nuova modista capace di ricucire lo strappo!

Se le strade di Londra pullulano di grandi magazzini famosi, dove acquistare cappelli all’ultima moda, ma ahimé di fattura industriale, alla fine della corsa col tradizionale pullman rosso a due piani c’è un posto ancora più speciale di un negozio. Un posto dove è possibile ammirare meravigliosi copricapi d’epoca, e forse trovare qualcuno che possa restaurare il pezzo più importante della collezione personale di Clara: questo posto è il Victoria & Albert Museum, il più grande museo del mondo dedicato alle arti applicate e al design.

Così la bambina, Ollie e la mamma si ritrovano a trascorrere una giornata speciale passeggiando per sontuose stanze zeppe di abbigliamenti, arredamenti e armamenti, provenienti da svariate epoche e continenti diversi.

E mentre lo scalmanato e riluttante Ollie si fa incantare dalla tigre meccanica del sultano indiano Tipu, riuscirà invece Clara a trovare la persona giusta che conosca l’arte ormai quasi scomparsa di fabbricare cappelli fatti a mano, e a non perdersi per le sale del museo? Per scorprirlo leggete:

Clara Button a Londra – Una giornata magica, di Amy de la Haye, illustrazioni di Emily Sutton, Donzelli editore 2012, 16 euro.

Un albo illustrato particolarissimo e stimolante, pubblicato originariamente proprio dalla casa editrice del Victoria & Albert Museum, scritto da Amy de La Haye, insegnante di Storia del Costume al London College of Fashion e curatrice  di lungo corso della sezione “Moda” del museo, e finemente illustrato dalla talentusa Emily Sutton (sfogliate il suo ricco sito alla ricerca di altre illustrazioni di Clara Button).

Le illustrazioni dai bei colori autunnali hanno uno stile appropriatamente naif, e appaiono al tempo stesso dettagliatissime nel riprodurre ambienti e pezzi del museo; nell’ultima pagina i manufatti più significativi presentati lungo le pagine sono anche riprodotti uno per uno in una galleria.

E se l’albo utilizza la passione di Clara per la moda e la storia personale della sua famiglia (la nonna modista e il suo cappello da riparare) come piacevole pretesto narrativo, al tempo stesso racconta un’esperienza che potrà essere condivisa da tutti i lettori: la scoperta del museo londinese come luogo capace di stimolare curiosità e creatività, e di nutrire sogni e fantasie dei giovanissimi, grazie all’incredibile ricchezza di materiali che propone.

Che dire di più: leggete il libro ai vostri bambini da 4 anni in su (ma piacerà anche ai più grandicelli) e poi volate a Londra per trasformarne l’immaginario in realtà! E non dimenticate di dare un’occhiata allo shop del Victoria & Albert Museum per i deliziosi prodotti (puzzle, stickers, cartoline) dedicati al mondo di Clara Button!

Inseguendo l’arte per le strade di Parigi

Se Clara Button a Londra trasporta una bambina di oggi all’interno di un museo dalla storia secolare, ecco invece un albo che, grazie alla magia dell’illustrazione, fa uscire alcuni capolavori della storia dell’arte dell’Ottocento dalle loro pinacoteche, per farli rivivere per le strade di Parigi…

Illustrazione ispirata a “La classe di danza”, Edgar Degas, 1873-1876, Musèe d’Orsay, Parigi.

Quando il pittore Degas fa visita alla classe di danza dell’Opera per immortalarne le allieve, forse ha il presentimento di avere per le mani un capolavoro, ma di sicuro non immagina la rocambolesca avventura che  seguirà la sua sortita!

Un semplice scambio di borse… ed ecco che i tubetti di colore del pittore prendono il posto dell’insostituibile tutù della prima ballerina, che si ritrova costretta a partire all’inseguimento di Degas per le vie di Parigi: vie che, nel 1876, sono gremite di Impressionisti al lavoro!

Ecco Monet, e Caillebotte, e poco più avanti Renoir e Marie Cassat, chi all’aperto, chi nel suo atelier: tutti loro hanno visto passare Degas e possono fornire informazioni preziose alla ballerina, che irrompe precipitosamente sulla scena di celeberrimi dipinti.

Illustrazione ispirata a “Ballo al Moulin de la Galette, Montmartre”, Auguste Renoir, 1876, Musée d’Orsay, Parigi.

Una volta raggiunto il pittore e ritrovato il tutù, non resta altro che ritornare di corsa all’Opera giusto in tempo per l’inizio dello spettacolo. Che dall’incontro-scontro fra la ballerina e il pittore non possa nascere ancora un nuovo capolavoro, sul palcoscenico e sulla tela?

Inseguendo Degas, Eva Montanari, Kite edizioni 2010, 16 euro.

I pastelli dell’autrice Eva Montanari danno vita ad un racconto per immagini affascinante e suggestivo, esaltato dall’ampio formato delle pagine, inconfondibile marchio di fabbrica di molti begli albi delle edizioni Kite. Narrata in prima persona dalla giovanissima protagonista, destinata a divenire un’icona della storia dell’arte, questa  avventura immaginaria ma perfettamente calata nella sua epoca, si dipana lungo il solco di una breve storia dell’Impressionismo.

Perchè non mostrare ai bambini le belle illustrazioni dal tratto pastoso, in cui il punto di vista si allarga l’orizzonte, sfilacciando corpi e contorni, per poi mostrare loro le immagini pittoriche che le hanno ispirate, altrettanto sfumate e luminose, per poi finire con una visita dal vivo al pregevole e imperdibile Musée d’Orsay di Parigi?

E se Parigi fosse troppo lontana, perchè non ripiegare su Torino per la bella mostra Degas – Capolavori dal Musée d’Orsay?

 

Immagini e testi sono pubblicati per gentile concessione degli editori. Tutti i diritti riservati.
Annunci

4 thoughts on “Di giornate magiche trascorse in città

  1. Pingback: Di nuovo a Londra con Clara Button | GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

  2. Pingback: Londra nei libri per ragazzi « GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...