7-10 anni/Libri/narrativa

Maria Maggina è nata di maggio

Maria Maggina è nata di maggio e Maria Martina è nata di marzo: è tutta da leggere la giornata speciale di due nuove amiche, un po’ uguali e un po’ no.

Maria Maggina è mora e Maria Martina ha una zazzera di capelli che più biondi non si può.

Maria Maggina vive in una bella villetta con giardino, dentro la quale però regna il più incredbile disordine, mentre Maria Martina abita in una roulotte argentata dall’interno finemente decorato di rosa, in attesa che si completi il restauro della sua nuova casa.

Maria Maggina è saggia e un po’ timorosa, Maria Martina scavezzacollo e intraprendente.

Sorprendentemente, la mamma di Maria Maggina è la più sconsiderata e originale delle inventrici di giochi da tavolo norvegesi (alcuni capaci di dare la scossa elettrica…), mentre Anna, la mamma di Maria Martina, è sensibile e cortese e colleziona vecchie figurine di angioletti.

Dall’incontro-scontro fra le due bambine e le loro famiglie nascono una girandola di situazioni ora buffe ora avventurose, ora emotivamente critiche (dire le bugie a fin di bene è giusto o sbagliato), ora delicate. Risultato:  il primo romanzo della serie Maria Martina e Maria Maggina  intitolato La bambina della roulotte, scritto dalla giallista norvegese Anne Holt, si legge tutto d’un fiato.

Il racconto dell’improbabile amicizia fra queste due vicine di casa di otto anni contiene molte delle situazioni tipiche del romanzo di formazione per bambini, tutte piacevolmente orchestrate: l’avventura fuori casa, che sia lo scontro con il bullo della scuola o la rischiosa ascesa in una casa sull’albero pericolante al centro di un giardino misterioso…; l’affermazione di indipendenza, con la dimostrazione che i bambini possono autodeterminare la propria giornata e cavarsela da soli anche nel preparare da mangiare; la scoperta, in chiave umoristica, che i genitori non sono perfetti e spesso sono più inaffidabili dei bambini, come il papà che improvvisa una rischiosa cordata fuori dalla finestra e la mamma con le sue invenzioni…

Il romanzo si svolge lungo l’arco di una sola giornata: uno di quei sabati di maggio quando, senza la scuola e con il risveglio della natura nell’aria, tutto diventa possibile.

Tanti i personaggi familiari e imprevedibili che ruotano attorno alle bambine : il cane Rambo, il poliziotto Kurt, la sorellina combinaguai Juni, della quale si racconta che abbia “un piccolo difetto nella testa” che la rende iperattiva e più birichina del normale, la nonna, il goloso bidello della scuola, tutti allegramente coinvolti in piccole avventure a lieto fine, indispensabili per far comprendere a Maria Maggina e a Maria Martina che sono le bambine  più fortunate e amate del loro piccolo mondo.

Per saperne di più…

Maria Martina e Maria Maggina.  La bambina della roulotte, di Anne Holt, illustrazioni di Anne G. Holt, Salani 2012, 9,80 euro

Per essere il primo romanzo per ragazzi di un’autrice che predilige scrivere thriller per adulti, oltre ad essere stata anche Ministro della Giustizia in Norvegia, la storia di Maria Martina e Maria Maggina è allegra e delicata come i migliori titoli della tradizione letteraria scandinava per ragazzi, come Pippi Calezlunghe e Emil di Astrid Lindgren. Il paragone fra Maria Martina (la più scavezzacollo fra le due protagoniste del titolo) con i due monelli dell’autrice svedese è d’obbligo; anzi proprio il personaggio di Emil di Lönneberga (correte a leggerlo, se non lo conoscete!) viene esplicitamente citato nel libro come nume tutelare di alcune birbonerie…

Come i due libri della Lindgren anche La bambina della roulotte, costituito da capitoli autoconclusivi che narrano ognuno una piccola avventura, può essere letto autonomamente da lettori a partire dalla terza elementare (per i bambini di seconda elementare, nonostante la scrittura scorrevole, potrebbe risultare un po’ lungo…), ma può essere ascoltato anche da bambini più giovani: lo consiglio come lettura prima di dormire, o da condividere nei caldi pomeriggi estivi, a tutti i genitori che credono nell’ingenuità dei bambini e nell’incondizionato affetto dei genitori di fronte alla loro esuberanza, e viceversa!

Una curiosità: le belle illustrazioni a colori che completano il romanzo sono della cugina quasi omonima della scrittrice Anne Holt, Anne G. Holt. E dato che quasi omonime sono anche le due piccole protagoniste, chissà che non ci sia un pizzico di storia familiare dietro al racconto…

Annunci

One thought on “Maria Maggina è nata di maggio

  1. Pingback: Vorrei un libro… da leggere in vacanza! Parte 2 « GiGi Il Giornale dei Giovani Lettori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...